Termini del Servizio

Condizioni Generali di Contratto

Art. 1 – Contratto

Il presente contratto di pubblicità è impegnativo per QuiPress (Cartesiani SRLS) con l’esecuzione totale entro i termini convenuti.

L’esecuzione parziale non costituisce accettazione totale del contratto e QuiPress ha diritto di recedere entro trenta giorni dalla data di sottoscrizione da parte del Committente.

Il Committente ha diritto di recedere dal presente contratto entro trenta giorni dalla data di sottoscrizione, solo quando non sia stato già pubblicato il primo messaggio, inviando mail all’indirizzo amministrazione@quipress.it.

QuiPress ha diritto di cedere il contratto anche in corso di esecuzione. Nel caso di trasferimento a qualsiasi titolo dell’Azienda del Committente il contratto resta valido per gli aventi causa, mentre QuiPress avrà diritto di recedere entro quindici giorni dalla comunicazione scritta di tale trasferimento.

Qualora uno piĂą quotidiani, ovvero uno o piĂą siti on line, venissero sospesi o cessassero di essere gestiti da QuiPress, il contratto resta valido fino al suo completamento.

Le modifiche e le aggiunte di qualsiasi natura non sono valide se non pattuite per iscritto.

La durata massima è di dodici mesi e, nel caso di indicazione di una durata maggiore, la stessa andrà ridotta entro tale termine.

Art. 2 – Messaggi

La pubblicazione e la collocazione dei messaggi è sempre subordinata alle esigenze redazionali e tipografiche di ciascun quotidiano o periodico, ovvero alle esigenze strutturali e alle modalità di consultazione e all’erogazione di ciascun sito on line.

Non sono ammesse clausole di esclusiva, divieti di pubblicitĂ  e di posizione nei confronti dei concorrenti e, se apposte, sono nulle, ferma restando la validitĂ  al contratto.

Eventuali piccole variazioni agli standards dei formati dei moduli e dei messaggi, dovute a necessitĂ  tipografiche,ovvero ad esigenze strutturali di ciascun sito on line non danno diritto a variazioni del prezzo indicato nel contratto.

Il materiale e le disposizioni relative alla pubblicazione, alle modificazioni e/o alla sospensione dei messaggi devono pervenire a QuiPress almeno cinque giorni lavorativi prima di quello fissato per la pubblicazione nei quotidiani ed almeno quindici giorni lavorativi prima di quello fissato per la pubblicazione nei periodici ed almeno cinque giorni lavorativi prima per la pubblicazione nei siti on line.

Il Committente deve incorporare nel messaggio gli estremi delle autorizzazioni quando disposto dalle leggi, attenersi alla L.9/12/1977 N. 903 sulla paritĂ  di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro ad osservare anche egli, come QuiPress, le disposizioni del codice di lealtĂ  pubblicitaria.

La pubblicazione di ogni messaggio è insindacabilmente subordinata alla approvazione delle Autorità competenti, di QuiPress e delle direzioni delle testate giornalistiche e dei siti on line.

La omessa pubblicazione di un messaggio per mancata approvazione non porta alla risoluzione del contratto ed il Committente è tenuto alla sostituzione del testo non approvato.

Art. 3 – Tariffe e scale sconti

Le tariffe delle singole testate e dei singoli siti on line, nonché i relativi sconti non potranno subire variazioni nel corso della durata del contratto.

QuiPress si riserva la facoltà di non dare corso a variazioni di tariffe per i contratti già in essere, le cui condizioni di pagamento siano rispettate e sia altresì osservata la regolare progressione del consumo spazio impegnato.

Art. 4 – Pagamenti – Interessi

A seconda degli accordi stipulati, il pagamento degli spazi pubblicitari può essere costituito da un anticipo ed un saldo, oppure effettuato in soluzione unica. In ogni caso ogni spazio pubblicitario dovrà essere interamente saldato almeno cinque giorni prima della data di pubblicazione concordata.

Salvo diversi speciali patti scritti, il Committente deve effettuare i pagamenti direttamente a QuiPress o a persona munita di delega scritta.

Gli interessi di mora saranno calcolati al tasso previsto dall’art. 5 del Decreto Lgs. 231/02.

L’ utilizzazione parziale degli spazi riservati indicati in contratto (e pagati in soluzione unica), per causa di forza maggiore del Committente, riconosciuta da QuiPress da alla stessa il diritto di chiedere la differenza tra il prezzo pagato e quello fissato nella “scala sconti” per lo spazio effettivamente utilizzato.

Gli spazi riservati indicati in contratto (pagati di volta in volta), che il committente non intende pubblicare, per causa di forza maggiore, non comportano alcun obbligo al prosieguo, ma non potrĂ  essere rimborsato alcun importo giĂ  versato per la parziale pubblicazione inclusa di diritti.

Art. 5 – Responsabilità di QuiPress

QuiPress non è responsabile di eventuali danni derivanti dalla omessa o errata pubblicazione dei messaggi pubblicitari. Il Committente ha diritto alla ripetizione gratuita dei messaggi per errori tipografici, difettose impressioni e riproduzioni dei testi o disegni, ovvero, nel caso di messaggi su siti on line , per errori di riproduzioni dei testi o disegni, solo nel caso in cui gli stessi siano stati alterati in modo sostanziale.

Non sono ammesse contestazioni sulla composizione grafica dei messaggi, tranne il caso in cui il materiale digitale “definitivo” sia stato fornito dal Committente.

Nel caso di pubblicazione di messaggi che non rispettino la “data fissa” o la “posizione di rigore”, il Committente ha diritto al rimborso del sovrapprezzo pagato.

Nel caso di messaggi a “data fissa”, se pubblicati in giorno diverso ovvero risultino errati in modo sostanziale, quando però gli stessi esauriscono la loro validità entro ventiquattro ore, il Committente ha diritto al rimborso del prezzo pagato.

Art. 6 – Responsabilità del Committente

Il Committente assume la piena responsabilità circa l’esattezza e la veridicità dei messaggi da pubblicare ed assicura che gli stessi saranno nella sua piena e legittima titolarità e disponibilità, non saranno contrari a norme imperative di legge o regolamentari e non violeranno alcun diritto d’autore, segno distintivo,brevetto o altro diritto di terzi derivante da legge, contratto o consuetudine.

Il Committente si obbliga a tenere espressamente indenne QuiPress da tutte le eventuali pretese giudiziali o stragiudiziali di terzi, per violazione del diritto d’autore o di altro diritto di proprietà intellettuale e/o industriale, o comunque dipendenti dal contenuto editoriale dei messaggi e dalle informazioni pubblicate, ovvero in qualsiasi modo collegate alla fruizione dei messaggi nelle inserzioni da parte dei lettori del quotidiano, del periodico e del sito on line.

QuiPress non può inoltre garantire la pubblicazione di annunci non conformi alla categoria commerciale dichiarata in fase di registrazione o di formati grafici caricati dall’inserzionista non conformi alle specifiche tecniche.

Art. 7 – Reclami

I reclami relativi alla pubblicità devono essere fatti entro cinque giorni dalla omessa o dalla errata pubblicazione di ogni messaggio con mail all’indirizzo amministrazione@quipress.it.

i reclami relativi a messaggi ripetitivi devono essere fatti con mail all’indirizzo amministrazione@quipress.it. nello stesso giorno di pubblicazione del primo messaggio e, in ogni caso, almeno due giorni prima della pubblicazione del messaggio successivo. I reclami relativi alle fatture devono essere fatti entro trenta giorni dalla emissione della fattura contestata, con le modalità di cui al primo comma.

Art. 8 – Agenzie

lo sconto di agenzia è riservato ai clienti che si avvalgono di una impresa e/o struttura professionalmente idonea, operante nel settore della comunicazione pubblicitaria e che venga indicata espressamente per iscritto alla concessionaria. Viene considerato cliente il firmatario del contratto, se diverso dall’utente della pubblicità, solo nel caso in cui agisca sulla base di un mandato senza rappresentanza. Lo sconto di agenzia potrà essere applicato una sola volta ed a vantaggio del solo cliente firmatario del contratto. Il Committente, sottoscrivendo il presente contratto, dichiara di accettare pienamente gli accordi normativi sottoscritti in materia, in data 20/12/94 e 10/10/96, che vengono integralmente richiamati. Pertanto il cliente si impegna a tenere indenne e manlevata QuiPress da ogni eventuale richiesta della agenzia di pubblicità o impresa di comunicazione o altro intermediario da esso incaricati, per commissioni, compenso o altra pretesa economica a qualsiasi titolo reclamato nei confronti di QuiPress in relazione alle inserzioni pubblicitarie oggetto del presente contratto.

Art. 9 – Foro Competente

Per qualsiasi controversia in ordine alla interpretazione, esecuzione e risoluzione del presente contratto è esclusivamente competente il Foro di Roma.

Informativa ai sensi del D.Lgs.n.196/2003 e successive modificazioni